vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Scaldasole appartiene a: Regione Lombardia - Provincia di Pavia

Boschetto di Scaldasole

Nome Descrizione
Indirizzo S.P. n. 16 per Valeggio
Telefono 0382.597827
Fax 0382.528524
Sede Provincia di Pavia
Via Taramelli n.2 - 27100 Pavia (PV)
Apertura L’accesso pedonale o a cavallo è consentito lungo i sentieri indicati, previo accordo con i proprietari dei terreni.
Per i gruppi superiori a cinque persone è necessario acquisire anche il nulla osta dell’ente Gestore.
Informazioni Superficie: 76,03 ha
Istituzione: 1984
Riserva Regionale Boschetto di Scaldasole

Il Bosco Scaldasole occupa un dosso sabbioso ed è una delle pochissime zone forestali residue della Lomellina. Occupa una superficie di 73 ettari circa.
Questa riserva naturale deve la sua importanza alla compresenza di due fattori; costituisce, infatti, una delle pochissime zone forestali residue della Lomellina, e inoltre il bosco occupa un dosso sabbioso.
Nella fascia di rispetto si trovano prevalentemente seminativi, come, il mais, il frumento e l'erba medica, mentre il bosco è occupato in parte da giovani robinie affiancate da specie arbustive, quali il rovo, il sambuco, il nocciolo e il biancospino.
Interessante è la presenza della farnia con esemplari di 20 metri di altezza, la cui esistenza è però minacciata dall'attacco di parassiti che sono un segnale del grave stato di compromissione del bosco.
In generale la limitatezza che qui si riscontra nelle specie vegetative, riflette la povertà floristica tipica dei boschi xerofili su dosso e influenza negativamente anche la presenza faunistica, soprattutto dei volatili.
Nonostante tutto nel Boschetto trovano fissa dimora i colombacci, la tortora, l'usignolo di fiume, la capinera, le cince, oltre alle specie più comuni come i fagiani, gli storni e le cornacchie grigie.
Unico rapace è l'allocco, mentre tra i picchi si trova soltanto il picchio rosso maggiore. Infine sono presenti numerosi conigli selvatici, specie tipica di questi ambienti sabbiosi dove possono costruire le loro tane sotteranee.